descrizione della foto

Al di là di Petra – Formula self drive

A partire da: 1.860

INTRODUZIONE

Dopo un primo assaggio di terra giordana visitando i principali siti della capitale, sarà un piacere percorrere, in autonomia, le strade di un Paese che custodisce enormi tesori. Lasciandosi guidare dalla voglia di scoperta, si potranno raggiungere i luoghi più iconici della Giordania. La celebre Petra, meraviglia del mondo moderno, le antiche vestigia romane di Jerash, il mistico Monte Nebo e gli splendidi mosaici di Madaba. E poi, ancora il caldo abbraccio del deserto di Wadi Rum, la riserva di Dana con la sua natura cangiante e l’imperdibile Mar Morto. Sarà il viaggiatore a scegliere se viverli tutti o dedicarsi con più lentezza solo ad alcuni, per goderne più a fondo l’atmosfera.

DETTAGLI DI VIAGGIO

08/12/2022
8 giorni
8 giorni

Aereo,
Auto

da 2 a 6 persone

House Boutique Amman Hotel (5*),
Petra Old Village Resort (5*),
Mazayen Camp,
Holiday Inn Hotel (5*)
o similari

Partenze private – consigliate ogni giovedì e sabato.

8 giorni

Aereo,
Auto

da 2 a 6 persone

House Boutique Amman Hotel (5*),
Petra Old Village Resort (5*),
Mazayen Camp,
Holiday Inn Hotel (5*)
o similari

Partenze private – consigliate ogni giovedì e sabato.

LUOGHI DA SCOPRIRE

Jerash è un sito archeologico la cui bellezza non smette mai di incantare, molto ben conservato, dentro il quale è facile perdersi con l’immaginazione. Parte di una delle Decapoli dell’Impero Romano in Medio Oriente, testimonia le eccellenti abilità architettoniche e artistiche dei Romani. Il foro ovale, i templi, l’ippodromo, le fontane, il sistema fognario, sono solo alcune delle strutture ancora oggi visibili, sempre capaci di suscitare stupore nei visitatori.

La Riserva Naturale di Dana è un’area di straordinario interesse dal punto di vista naturalistico, ma anche storico. L’incredibile biodiversità che la caratterizza raduna specie provenienti da Europa, Africa e Asia. Oltre alle circa 800 specie vegetali, vi si possono trovare più di 400 specie animali, alcune purtroppo a rischio estinzione, come il gatto delle sabbie, la lucertola dalla coda spinosa, il lupo siriano e il gheppio minore.

Sito UNESCO dal 1985, Petra è stata scoperta agli inizi del 1800 dall’esploratore svizzero Johann Ludwig Burckhardt. Di fronte al Tesoro del Faraone, suo iconico simbolo, non è difficile immaginare l’emozione e lo stupore provate dal pioniere elvetico all’ ingresso in città; le stesse sensazioni che, dopo secoli, continuano ad avvertire oggi i fortunati visitatori. Diversi popoli hanno abitato l’area e il risultato di questa proficua mescolanza, è la presenza di oltre 800 monumenti di impareggiabile importanza storica. Qui, a far da cornice all’opera dell’uomo, altrettante meraviglie modellate da madre natura sono pronte a svelarsi.

Un deserto color ocra con paesaggi che trasmettono una sensazione di estrema pace, offrendo la possibilità di rigenerarsi nello spirito. La forza di questo deserto non sta negli spazi sconfinati, come quelli ad esempio tipici del Sahara, ma nei colori, nei canyon ricchi di pitture rupestri, nelle formazioni rocciose insolite e nei giochi di luce che, specialmente al tramonto, sa regalare.

Un luogo che non necessità di presentazioni e riunisce gli amanti della natura e del relax ai viaggiatori maggiormente interessati al suo volto biblico. L’acqua salata dieci volte di più rispetto agli standard marini e ricca di sodio, potassio, bromo e sali di cloruro, rende questo luogo particolarmente adatto a chi vuole trarre benefici fisici o semplicemente rilassarsi galleggiando senza sforzo alcuno.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia - Amman

Partenza dall’Italia con volo diretto o con scalo. All’arrivo all’aeroporto di Amman, ritiro del veicolo a noleggio e trasferimento in autonomia all’House Boutique Amman Hotel (5*) o similare.
Cena in hotel.

Giorno 2: Amman - Jerash - As-Salt - Amman

In questa prima giornata di visite, suggeriamo di partire di buon mattino per raggiungere la Cittadella e il Teatro Romano, il più ampio del Paese, situati nel centro di Amman.
A seguire potrete dirigervi verso Jerash, dove esplorare il sito archeologico della vecchia città romana di Gerasa; camminando lungo le antiche strade lastricate, lo sguardo incontrerà antichi templi, terme, fontane, botteghe, una piazza colonnata e l’ippodromo; il tutto ancora meravigliosamente conservato. Un’altra visita interessante è quella di As-Salt. Arroccata su tre diverse montagne, la città ha mantenuto uno stile architettonico autentico, preservato anche grazie alla sua importanza storica come capitale regionale dell’Impero Ottomano. Rientro ad Amman.
Colazione e cena in hotel. Pranzo libero.

Giorno 3: Amman - Riserva di Dana - Castello di Shobak - Petra

Oggi potrete lasciare la capitale per dirigervi verso sud, fino alla Riserva di Dana che, con i suoi 320 chilometri quadrati di spettacolari montagne e profondi wadi, è la più vasta di tutta la Giordania. Qui, se vorrete, è possibile fare una semplice e panoramica passeggiata (5 chilometri in 3 ore circa di percorrenza) fino al vecchio villaggio rurale di Dana, formato ancora da case costruite in pietra. Durante il percorso, con un po’ di fortuna, si potrà ammirare lo stambecco nubiano e veder volteggiare nel cielo i numerosi uccelli che popolano la riserva. La popolazione del villaggio è dedita principalmente alla produzione di alimenti biologici e oggetti artigianali realizzati con materiali totalmente naturali. Proseguendo ulteriormente verso sud, potrete incontrare l’affascinante Castello Crociato di Shobak – risalente agli inizi del XII secolo – e poi Petra, dove è prevista la sistemazione presso il Petra Old Village Resort (5*) o similare, per due notti.
Colazione e cena in hotel. Pranzo libero.

Giorno 4: Petra

Questa giornata vi consigliamo di dedicarla totalmente al sito archeologico più famoso di tutto il Paese, forse la visita più attesa dell’intero viaggio. Non vi è dubbio che la commistione di civiltà che hanno occupato l’area, abbia contribuito ad accrescerne il fascino sprigionato tutt’oggi. La conformazione della città non fatica ad emozionare il visitatore. Una breve strada in leggera discesa conduce fino all’ingresso del Siq, uno spettacolare corridoio stretto tra sinuose formazioni rocciose dai colori più disparati. In un crescendo di emozioni, la camminata prepara allo disvelamento del monumento più atteso, il celebre Tesoro del Faraone.
Il sito però non termina qui e, dopo essersi lasciati alle spalle il Tesoro, gli spazi si allargano facendo posto a vecchie botteghe, al teatro romano, al monastero, a templi, tombe e panorami che spaziano verso orizzonti più lontani. Una parte del sito è percorribile a bordo di calessi o muli, disponibili all’interno del complesso archeologico e da pagare direttamente in loco.
Colazione e cena in hotel. Pranzo libero.

Giorno 5: Petra - Piccola Petra - Wadi Rum

Salutata Petra, con un breve trasferimento potrete giungere a Piccola Petra, un avamposto della più famosa città nabatea. Ridotto nelle dimensioni, ma ugualmente suggestivo con il suo canyon scolpito dalla natura, al suo interno sono stati ricavati spazi commerciali e abitazioni.
Ultimata la visita, partenza verso il deserto del Wadi Rum, un territorio arido che offre panorami grandiosi, pendii di roccia verticale dalle forme insolite e colori che cambiano in base alla luce del sole, pitture rupestri, stretti canyon e solitarie dune di sabbia rossa. Una volta arrivati al Visitor Center del Wadi Rum National Park (ticket di ingresso da pagare in loco), lascerete la vostra vettura e, comunicato il nome del campo tendato presso il quale alloggerete, un veicolo 4×4 vi verrà a prendere per condurvi in pieno deserto. La visita avrà una durata di circa 3 ore e terminerà con il trasferimento al Mazayen Camp (o similare), un campo tendato fisso costituito da tende dotate di letti con coperte e lenzuola e bagno privato.
Colazione in hotel. Pranzo libero e cena al campo.

Giorno 6: Wadi Rum - Aqaba - Mar Morto

Al risveglio, avrete la libertà di godere per qualche ora ancora della magia del deserto prima di muovere, se lo desiderate, verso Aqaba, città portuale affacciata sul Mar Rosso. Continuando poi verso nord, percorrendo la tratta più lunga di tutto l’itinerario, ad attendervi il Mar Morto. Qui, ci si potrà rilassare con un bagno del tutto singolare per le caratteristiche delle sue acque, ma anche con massaggi, trattamenti di bellezza o semplicemente ammirando lo splendido panorama. Sistemazione all’Holiday Inn Hotel (5*) o similare, per due notti.
Colazione al campo. Pranzo libero e cena in hotel.

Giorno 7: Mar Morto - Monte Nebo - Madaba - Mar Morto

L’ultima giornata di viaggio sarà anche la più leggera e riposante; potrete scegliere se trascorrerla interamente sul Mar Morto o se dedicare qualche ora alla visita di due località non molto distanti. Il Monte Nebo, profondamente legato alla figura di Mosè, interessante sia per il panorama che nelle giornate più terse regala persino il profilo di Gerusalemme, che per il monastero che conserva al suo interno splendidi mosaici.
La Chiesa greco-ortodossa di San Giorgio a Madaba, importante luogo di pellegrinaggio, sede di uno splendido mosaico che rivela la mappa dell’area compresa tra la Palestina e il Basso Egitto, un insieme minuzioso di tessere che svela il volto della Terrasanta.
Colazione e cena in hotel. Pranzo libero.

Giorno 8: Mar Morto - Amman - Italia

In base all’orario del volo, trasferimento in autonomia all’aeroporto di Amman, rilascio del veicolo e imbarco sul volo con scalo per l’Italia.
Colazione in hotel.

Il programma sopra delineato consta di una serie di visite suggerite sulla base della nostra esperienza, che i viaggiatori potranno liberamente gestire. L’unico vincolo è rappresentato dalle località in cui sono prenotati i pernottamenti.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI








    error: Content is protected !!