descrizione della foto

I placidi scenari del Baltico – Formula self drive

A partire da: 720

INTRODUZIONE

Mare cristallino, spiagge di sabbia bianca e colorati cocktail da sorseggiare al ritmo dei Buena Vista Social Club. Ecco l’immagine più diffusa di Cuba, ma quest’isola magica non è solo questo. Un caleidoscopio di anime che raccontano la storia di un popolo fiero, caloroso e votato all’accoglienza. Dalla decadente, ma intrisa di un fascino senza uguali, L’Avana, ai paesaggi contadini della Valle di Viñales con le piantagioni di tabacco. Dal composito ecosistema del Parco Guanayara al caldo abbraccio della città coloniale di Trinidad. Un tour alla scoperta del carnaval cubano, con i suoi contrasti, le sue peculiarità e gli immancabili riferimenti alla rivoluzione che ne ha plasmato l’esistenza.

DETTAGLI DI VIAGGIO

7 giorni

Aereo,
Auto

da 2 a 4 persone

Ermitage Hotel 4*,
Premenaadi Hotel 3*,
Guesthouse Villa Kertelhof,
Georg Ots Spa Hotel 4*,
Hotel Villa Wesset 3*,
o similari

Partenze private – consigliate ogni domenica nel periodo compreso tra maggio e settembre.

7 giorni

Aereo,
Auto

da 2 a 4 persone

Ermitage Hotel 4*,
Premenaadi Hotel 3*,
Guesthouse Villa Kertelhof,
Georg Ots Spa Hotel 4*,
Hotel Villa Wesset 3*,
o similari

Partenze private – consigliate ogni domenica nel periodo compreso tra maggio e settembre.

LUOGHI DA SCOPRIRE

Una realtà multiforme. È così che può essere descritta la capitale dell’Estonia, che ospita edifici dagli stili architettonici appartenenti a diverse epoche del passato, strutture dalla concezione futuristica, ma anche vivaci aree commerciali e rilassanti parchi ricchi di verde. La città ha saputo sempre trarre il meglio da ogni situazione e occasione e, anche grazie alla presenza del vivace porto e delle rinomate università frequentate da giovani provenienti da tutta Europa, oggi può essere definita a pieno titolo una città internazionale.

È l’isola più grande del Paese e incarna al massimo l’atmosfera tranquilla e rilassata tipica dei luoghi in cui la natura detta ancora i ritmi sulla quotidianità delle persone. Il fascino di Saaremaa è dovuto alla presenza di grandi distese desolate, scogliere di roccia calcarea a picco sul mare, foreste, fattorie, i mulini di Angla, il Castello episcopale risalente al XIII secolo e perfino crateri originatisi in seguito alla caduta di meteoriti, luoghi considerati sacri sin dal Medioevo. Guidare la propria vettura qui, consentirà di riempirsi lo sguardo con panorami spettacolari ad ogni curva.

Dopo Saaremaa è, per dimensioni, la seconda isola dell’Estonia e la riservatezza dei pochi abitanti che la popolano, la rende il luogo ideale per immergersi totalmente in una natura fatta di boschi e spiagge incontaminate, sorvegliate da suggestivi fari. La cittadina principale è Kardla, placida base di partenza per sfruttare i servizi essenziali che l’isola offre e per collegarsi alle vie di comunicazione tra le varie località disseminate essenzialmente lungo le coste.

Tra le tre isole visitate è quella più piccola e, sebbene sia la più vicina alla costa continentale, è forse quella meno intaccata da influenze esterne. Sarà facile percepirne l’anima introversa e gli edifici storici che qui si ergono ne sono una chiara testimonianza, cosi come i costumi tradizionali locali. Oltre al villaggio di Koguva che annovera 105 abitazioni, alcune delle quali risalenti al 1700, troviamo una fortezza simbolo della resistenza estone all’invasione tedesca e una chiesa del XIV secolo finemente affrescata con temi marinareschi.

Parnu ammalia con il fascino dei suoi viali, degli edifici storici, dei parchi e delle caratteristiche abitazioni in legno. Meno composta rispetto a Tallin, si identifica come la capitale estiva e balneare dell’Estonia, frizzante e ricercata nei mesi più caldi dell’anno. È infatti la spiaggia uno dei suoi punti forti, ampia, ideale per fare lunghe passeggiate e delimitata da un viale ombreggiato che funge da ingresso alla città.

ITINERARIO

Giorno 1: Tallin

All’arrivo a Tallin, accoglienza e trasferimento privato a L’Ermitage Hotel (4*) o similare. Possibilità di visitare il meraviglioso centro storico con la Collina di Toompea – la parte vecchia della città – il Palazzo del Parlamento, la monumentale Cattedrale ortodossa di Aleksander Nevskij con le sue caratteristiche cupole, il Duomo Luterano nella sua candida semplicità e altre costruzioni storiche nella parte bassa della capitale, fra cui il Municipio, capolavoro dell’architettura gotica risalente ai secoli XIV – XV.
La città è ricca di spazi all’aria aperta e non solo, dove passeggiare o semplicemente rilassarsi entrando in sintonia con l’atmosfera pacata e tranquilla del posto e dei suoi abitanti.
Cena libera.

Giorno 2: Tallin - Haapsalu (100 km circa)

Al risveglio consegna, direttamente in hotel, del veicolo a noleggio per iniziare il viaggio alla scoperta della terra estone. Diregendosi verso sud ovest e raggiunta la costa, ecco la cittadina di Haapsalu, fondata nel 1279 e rinomata località termale. Tra le sue strette stradine e le costruzioni lignee, sembrerà di esserle catapultati in una dimensione fabiesca, pervasi dalla pace dell’atsmosfera locale. Qui, vi suggeriamo di visitare quelle le sono le attrazioni storiche principali della città: le rovine della Fortezza Vescovile, il Castello e la Cattedrale, strutture legate a misteriose leggende, la cui costruzione iniziò nel Basso Medioevo, per poi dipanarsi nel corso dei secoli a venire. Appena fuori dal centro storico, d’obbligo una sosta presso la stazione ferroviaria, costruita in legno all’inizio del XX secolo, e all’edificio termale ligneo Kursaal, affacciato sulla romantica baia. Sistemazione presso il Premenaadi Hotel (3*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 3: Haapsalu - Isola di Hiiuma - Kardla (35 km circa)

Al mattino partenza per il vicinissimo porto di Rohukula, dove ci imbarcherà per la prima traversata in traghetto di questo viaggio (durata di circa 1h30 minuti), in direzione dell’Isola di Hiiumaa. I traghetti partono con frequenza e hanno costi variabili che si aggirano intorno ai 30 euro (trasporto veicolo compreso). Una volta sbarcati, prendetevi il vostro tempo per visitare un territorio in cui è la natura la vera protagonista. Ricoperta per il 60% da foreste di pini, ginepri ed abeti, l’isola rappresenta un autentico polmone verde votato alla sostenibilità. Imperdibile una sosta al Faro di Kõpu, costruito ad inizio 1500 e rinnovato 300 anni più tardi, uno dei più antichi del mondo, impressionante nella sua candida monumentalità. Infine, trasferimento verso la tranquilla cittadina di Kärdla, dove è previsto il pernottamento presso la Guesthouse Villa Kertelhof, o similare, per un’esperienza in perfetto stile locale.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 4: Kardla - Isola di Saaremaa - Kuressaare (85 km circa)

In mattinata si muoverà verso il porto di Soru, sulla costa meridionale dell’isola, per la traversata in traghetto (durata circa 1h) che condurrà alla tappa successiva del tour: ll’Isola di Saaremaa. I traghetti partono con frequenza e hanno costi variabili che si aggirano intorno ai 30 euro (trasporto veicolo compreso). Raggiunto il porto di Triigi, vi troverete nell’isola più grande dell’Estonia, chiamata anche “l’isola dei mulini a vento” e caratterizzata da una natura variegata. Qui, consigliamo una passeggiata per le vie di Kuressaare, la cittadina principale, stazione termale che, con i suoi curati parchi, le belle ville, la famosa fortezza – sede vescovile fino al 1589 e oggi museo – risulta essere davvero piacevole. Al di fuori di Kuressaare, sarà sicuramente interessante dedicare del tempo alla visita del villaggio di Kaali, conosciuto per i crateri creati dalla caduta di meteoriti circa 7500 anni fa e, pertanto, ancor ammantato da un fascino misterioso. Da non dimenticare poi il Faro di Sorve, il più antico di tutta l’isola e la scogliera di Panga, per una passeggiata con lo sguardo proteso sul Mar Baltico. Sistemazione presso il Georg Ots Spa Hotel (4*) o similare.
Pasti liberi.

Giorno 5: Kuressaare - Isola di Muhu - Parnu (150 km circa)

La rotta odierna vi condurrà nell’incontaminata Isola di Muhu, non via mare ma via terra, in quanto raggiungibile attraverso un terrapieno costruito nel XIX secolo. Sebbene Muhu sia la più piccola delle tre isole proposte in questo itinerario, non mancheranno scorci e punti d’interesse indimenticabili. Da non perdere la visita del villaggio di Koguva, per un coinvolgente salto nel passato. Un luogo incantato situato nella zona occidentale, un vero e proprio museo a cielo aperto, dove alcune famiglie vivono ancora nelle tipiche abitazioni risalenti al 1800.
A seguire, si raggiungerà nuovamente la terra ferma a bordo di un traghetto che, in circa 30 minuti di traversata, conduce al porto di Virtsu. I traghetti partono con frequenza e hanno costi variabili che si aggirano intorno ai 30 euro (trasporto veicolo compreso).
Da qui, si muoverà in direzione Parnu, la quarta città dell’Estonia, situata sulla costa occidentale del Paese e rinomata per la sua lunga spiaggia di sabbia, le acque termali e i fanghi, i tanti parchi e un grazioso centro storico ricco di edifici dalla tipica architettura in legno. Durante la vostra permanenza, suggeriamo di prendervi una pausa caffè presso Villa Ammende, un gioiello dello stile art nouveau. Sistemazione presso l’hotel Villa Wesset (3*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 6: Parnu - Tallin (130 km circa)

Oggi potrete decidere se dedicare ancora del tempo a Parnu o partire subito verso Tallin per sfruttare l’intera giornata ad esplorarne le bellezze. Nella capitale, vi consigliamo di visitare i quartieri residenziali situati lungo la baia principale come Kadriorg con il suo parco, dove tra aiuole finemente curate e fontane, si potrà scoprire la residenza estiva dello zar Pietro il Grande, progettata dall’italiano Nicolò Michetti. La zona di Pirita con il villaggio olimpico del 1980 e le rovine medievali del convento di Sanata Brigida, la cui costruzione risale al XV secolo. Il quartiere di Kalamaja, di origine industriale, ma protagonista di una vera rinascita nel corso degli anni, celebre per le sue case in legno colorate. E poi, ancora, il Museo del Mare, il quartiere di Noblessner o di Telliskivi, a due passi dalla stazione ferroviaria, pregno di creatività. Le opportunità non mancano e, viste le dimensioni della città e la disciplina degli estoni al volante, può essere piacevole sgranchirsi le gambe con un tour in bicicletta così da ridurre anche i tempi di trasferimento da un luogo all’altro. Sistemazione a L’Ermitage Hotel (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 7: Tallin

A seconda dell’orario di partenza, trasferimento in aeroporto in autonomia e rilascio del veicolo a noleggio.
Colazione in hotel.

Il programma sopra delineato consta di una serie di visite suggerite sulla base della nostra esperienza, che i viaggiatori potranno liberamente gestire. L’unico vincolo è rappresentato dalle località in cui sono prenotati i pernottamenti.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI








    X