descrizione della foto

I tesori classici
della Terra di giada
partenza 16 settembre

A partire da: 5.730

INTRODUZIONE

Un Paese che per la sua vastità, può essere equiparato a un continente. Un Paese in cui parlare di un solo viaggio è riduttivo, tante le possibilità di scoperta offerte. Ma da qualche parte bisognerà pur cominciare. Allora, forse, il primo passo nel Regno del Drago va fatto verso le sue mete più classiche, le icone indiscusse. Dalla composita capitale Pechino alla mitica Grande Muraglia. Dalla rossa Pingyao con le sue corti all’esercito di Terracotta di Xi’an. Passando per grotte delle meraviglie, monasteri fluttuanti, mura istoriate, per poi navigare placidamente lungo il Fiume Azzurro attorniati da una bellezza mozzafiato.
16/09/2024
15 giorni

DETTAGLI DI VIAGGIO

15 giorni

Aereo,
Treno,
Minivan,
Nave

da 8 a 12 persone con tour leader dall'Italia

da 2 a 4 persone con guide locali parlanti inglese e italiano

Novotel Beijing Xin Qiao (4*),
Great Palace Hotel (4*),
Zaibiechu Inn Pingyao Leifu (4*),
Grand Dynasty Culture Hotel Xi'an (4*),
Nave Sanctuary Yangzi Explorer
o similare

2024

Lun 16/09 - Lun 30/09 (durata 15 gg)

Partenze private consigliate ogni martedì.

15 giorni

Aereo,
Treno,
Minivan,
Nave

da 8 a 12 persone con tour leader dall'Italia

da 2 a 4 persone con guide locali parlanti inglese e italiano

Novotel Beijing Xin Qiao (4*),
Great Palace Hotel (4*),
Zaibiechu Inn Pingyao Leifu (4*),
Grand Dynasty Culture Hotel Xi'an (4*),
Nave Sanctuary Yangzi Explorer
o similare

2024

Lun 16/09 - Lun 30/09 (durata 15 gg)

Partenze private consigliate ogni martedì.

LUOGHI DA SCOPRIRE

Culla di antiche tradizioni, ma al contempo proiettata verso il futuro e l’innovazione, la capitale cinese è una tappa immancabile per il percorso di conoscenza del Paese. Una città caratterizzata dai contrasti, dalla commistione tra grattacieli avveniristici e antiche vestigia imperiali che sembrano ancorate alla tradizione. Una città in cui si possono percepire i ritmi incalzanti della modernità, ma imbattersi anche in capannelli di anziani che giocano placidamente a Mah Jong all’ombra di un albero o gruppi di quartiere danzanti che si ritrovano in strada per dare vita alle loro performance, incuranti di tutto il resto.

La perfetta incarnazione dell’immagine della Cina classica in Occidente. Lanterne rosse, residenze tradizionali dalle inconfondibili fattezze, silenziosi templi. Nonostante il forte afflusso turistico a cui è soggetta, questa città dello Shanxi è ancora capace di evocare tempi lontani. Quelli delle sacre cerimonie del tè e delle fanciulle dai piedi di giglio dorati, delle antiche dinastie e dei segreti sussurrati tra i cortili delle architetture locali.

Vivace capoluogo della regione dello Shanxii, snodo fondamentale della celebre Via della Seta, Xi’an vanta una storia millenaria, saperi e tesori dall’immenso valore, primo su tutti l’incredibile Esercito di Terracotta. Risalente alla dinastia Qin, questa monumentale opera scultorea, di fronte alla quale non si può che restare meravigliati, dal 1987 è annoverata, a pieno titolo, tra i patrimoni dell’Umanità UNESCO.
Xi’an è anche un luogo che testimonia perfettamente la multietnicità della Cina, con il quartiere musulmano e la Grande Moschea che rappresentano una città nella città, dove lasciarsi trasportare da colori e profumi.

Meglio noto come Fiume Azzurro, è il corso fluviale più lungo della Cina che la attraversa maestoso in tutta la sua imponenza. Una crociera nelle sue acque è forse il modo migliore per conoscere la vita che si svolge lungo le sue sponde. Panorami mozzafiato fatti di gole, picchi e un’incredibile natura, sono lo scenario di una navigazione che ne farà scoprire l’anima più vera.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia - partenza

Partenza da Milano (altri aeroporti su richiesta) con volo con scalo per Pechino. Pernottamento a bordo.
Pasti liberi.

Giorno 2: Pechino

Arrivo a Pechino nel pomeriggio o in serata e trasferimento al Novotel Beijing Xin Qiao (4*) o similare.
Pasti liberi.

Giorno 3: Pechino

Al risveglio inizierà l’esplorazione della capitale cinese. La prima tappa della giornata sarà lo Yonghe Temple, noto anche come il Tempio dei Lama. Entrando in questo luogo, nato durante la dinastia Ming come residenza e divenuto poi un monastero buddista, nonostante il grande afflusso di turisti, se ne potrà percepire la spiritualità che lo pervade. Con il suo composito sistema di sale e i meravigliosi elementi decorativi che lo ornano, risulta essere un gioiello artistico davvero imperdibile. Sarà poi la volta del Palazzo d’Estate, ammantato di un incanto immutato nei secoli. Questo immenso giardino imperiale che si estende su circa 3 chilometri quadrati, unisce in sé palazzi, parchi, pagode e il vasto Lago Kunming, un lago artificiale in cui navigare a bordo di caratteristiche imbarcazioni. Un vero capolavoro che ha spinto l’UNESCO ad inserirlo nell’elenco dei patrimoni mondiali. A conclusione di questa prima giornata in terra cinese, raggiungeremo un’area che rappresenta la risposta perfetta all’immaginario che si ha dell’Impero Celeste. Eccoci infatti negli Hutong, cuore pulsante della vita quotidiana degli antichi pechinesi. Un sistema di stradine e vicoli tipiche della capitale, la cui costruzione è attribuibile a diverse dinastie imperiali. Nonostante la loro progressiva distruzione causata dalle trasformazioni dei piani urbanistici, ancora oggi è possibile passeggiare in alcuni di essi, alla ricerca delle vecchie case di corte, simbolo della tradizione comunitaria cinese. Rientro in hotel.
Colazione in hotel. Pranzo libero e cena in hotel o ristorante locale.

Giorno 4: Pechino - Grande Muraglia (Mutianyu) - Pechino

Le visite odierne inizieranno dal Tempio del Cielo, la cui edificazione è stata avviata nel XV secolo. Come un punto di connessione tra terra e cielo, verso il quale si protende in tutta la sua maestosità, rivestiva un forte valore simbolico dal punto di vista propiziatorio e, dal 1998 è entrato a far parte dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Sia gli esterni che gli interni sono la perfetta testimonianza delle abilità artigianali dei suoi costruttori, tra altari, colonne e tetti finemente decorati.
È giunto il momento di lasciare momentaneamente la città per raggiungere una delle le 7 meraviglie del mondo moderno: la Grande Muraglia. Per la sua immensa estensione, che supera i 20 mila chilometri, se ne visiterà una delle sezioni più celebri, ossia quella di Mutianyu. L’avvio della sua costruzione è attribuita alla dinastia Qi Settentrionale, continuata poi dai Ming. Un’incredibile opera architettonica nata a scopo difensivo, che è diventata una delle icone della Cina e, passeggiare lungo questo simbolo storico, regalerà emozioni che resteranno indelebili nella memoria di ogni viaggiatore. Rientro a Pechino.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 5: Pechino - Datong

Al risveglio, continuerà l’esplorazione della città raggiungendo il luogo forse più conosciuto non solo di Pechino, ma dell’intera Cina: Piazza Tian’anmen, con la gigantesca effige di Mao Tse-tung che, ancora oggi, troneggia su questo enorme spazio di 440.500 metri quadrati.
Costruita nel XVII secolo, per poi essere progressivamente ampliata, è tristemente legata alle proteste popolari di fine anni 80’. Indissolubilmente annodata alla contradditoria storia del Paese, attira ogni anno migliaia di visitatori.
Proseguiamo poi verso un’altra icona pechinese. Eccoci alla Città Proibita, un immenso complesso imperiale patrimonio UNESCO risalente al XV secolo, che sembra essere una città nella città. Oltrepassato l’ingresso, lo sguardo non potrà che essere rapito dalla bellezza degli edifici – quasi mille – che lo compongono, tra stanze, cortili e statue, per la cui realizzazione sono stati utilizzati materiali di grande pregio, come a onorare la grandezza di coloro che vi risiedevano. Innumerevoli sono i reperti storici conservati all’interno del Museo del Palazzo, custode della vita e dei segreti di un tempo lontano.
Ultima tappa prima di salutare Pechino, lo Yonghe Temple, noto anche il Tempio dei Lama. Entrando in questo luogo, nato durante la dinastia Ming come residenza e divenuto poi un monastero buddista, nonostante il grande afflusso di turisti, se ne potrà percepire la spiritualità che lo pervade. Con il suo composito sistema di sale e i meravigliosi elementi decorativi che lo ornano, risulta essere un gioiello artistico davvero imperdibile.
Trasferimento alla stazione ferroviaria e imbarco sul treno ad alta velocità che, in circa 2 ore, ci condurrà a Datong, nella regione dello Shanxi. Sistemazione al Great Palace Hotel (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo libero e cena in hotel o ristorante locale.

Giorno 6: Datong - Grotte di Yungang - Datong

Questa giornata sarà intrisa di emozioni e di luoghi magici. Si partirà dalle Grotte di Yungang, ben 51 grotte all’interno delle quali è espressa una maestria scultorea di grande finezza.
Scavate direttamente nella roccia, migliaia di statue di ogni dimensione si stagliano sulle pareti, alcune delle quali ancora con i colori originali. Quella più stupefacente è senza dubbio la raffigurazione di un Buddha alto 17 metri, che veglia potente sull’intero complesso. Di fronte a tanta bellezza, non c’è da sorprendersi se l’UNESCO ha sottoposto questo sito a tutela.
Di nuovo a Datong, tappa a un altro simbolo dell’eredità Ming, il Jiulongbi, meglio noto come il Muro dei Nove Draghi. Una composizione artistica muraria lunga oltre 40 metri, che non raffigura solo i nove draghi più grandi da cui prende il nome, ma molti più esemplari di questa creatura mitologica importante icona imperiale.
Infine, un’ultima visita ad attenderci, quella al Tempio Huayan, complesso buddista che chiuderà il cerchio del percorso odierno pervaso da tradizione e ritualità. Rientro in hotel.
Colazione in hotel. Pranzo libero e cena in hotel o ristorante locale.

Giorno 7: Datong - Tempio sospeso - Pingyao

La rotta odierna ci porterà verso sud, alla volta di Pingyao. Lungo la strada, una tappa forse tra le più belle di tutto il viaggio, quella al Tempio Sospeso. Una struttura ineguagliabile che sembra essere, appunto, sospesa nel nulla, poiché costruita direttamente sul versante della montagna. Destinata ad accogliere un numero ridotto di visitatori alla volta, proprio per sua peculiare posizione, si caratterizza per fondere insieme tre dottrine: buddismo, taoismo e confucianesimo. Camminando attraverso questo capolavoro ingegneristico, sembrerà di galleggiare nell’aria, avvolti da una spiritualità ancora oggi percepibile.
Altra imperdibile sosta sarà poi alla Fogong Temple Pagoda. Conosciuta anche come la Pagoda di legno di Yingxian, la più elevata, con i suoi oltre 60 metri di altezza, e antica pagoda lignea della Cina, che ha saputo resistere al tempo e a catastrofi naturali, forse protetta dalle innumerevoli statue del Buddha che custodisce.
E poi, finalmente, caratteristiche strade costellate da lanterne rosse, basse abitazioni in stile tradizionale e un’atmosfera che sembrerà riportare ai tempi della Cina imperiale.
È con questo volto che ci accoglierà il centro storico di Pingyao, tesoro urbano che fa innamorare chiunque la visiti, soprattutto sul far della sera, quando le lanterne si accendono creando un effetto unico.
Sistemazione alla Zaibiechu Inn Pingyao Leifu (4*), struttura in tipico stile delle case di corte cinesi, o similare.
Colazione in hotel. Pranzo libero e cena in hotel o ristorante locale.

Giorno 8: Pingyao - Residenza della famiglia Qiao - Pingyao

Al risveglio, lasceremo momentaneamente la città, alla volta dell’iconica Residenza della famiglia Qiao, risalente al XVII secolo, celebre per essere la location in cui è stato girato il film “Lanterne rosse”. Al di là della fama cinematografica, questa visita condurrà nel cuore della vita comunitaria cinese, mostrandoci il modello abitativo tipico delle case di corte, tra labirintici cortili e oltre 300 stanze. Un gioiello architettonico che custodisce oltre 5000 reperti memoria dei costumi e delle storie di chi lo ha abitato.
Rientrati a Pingyao, ne visiteremo la cinta muraria, con i suoi torrioni e le porte di accesso volte alla protezione della città, per poi raggiungere un luogo perfetta testimonianza del genio finanziario dell’antica Cina. La Ring Sheng Chang, infatti, risalente alla dinastia Qing, è considerata la prima banca della storia cinese. La sede, all’interno di un caratteristico edificio, ci porterà alla scoperta dell’evoluzione dei metodi di pagamento, facendoci stupire del sapiente sistema monetario che guidava il commercio, con reperti dal grande valore storico.
A chiusura della giornata, nel tardo pomeriggio, visita del Tempio Zhenguo, dal 1997 patrimonio UNESCO per la sua rilevanza. Questo complesso buddista, infatti, si estende su una superficie di 10 mila metri quadrati ed ha attraversato il regno di diverse dinastie. Palazzi, sculture, pitture murarie, stele che si fondono perfettamente tra loro, in un intricato sistema rituale. Rientro in hotel.
Colazione in hotel. Pranzo libero e cena in hotel o ristorante locale.

Giorno 9: Pingyao - Xi’an

Di buon mattino, raggiunta la stazione ferroviaria, imbarco sul treno ad alta velocità per Xi’an, nello Shanxii. All’arrivo, dopo circa 3 ore di percorrenza, sistemazione al Grand Dynasty Culture Hotel Xi’an (4*) o similare. Nel pomeriggio, ad attenderci una città che racchiude anche un volto diverso, che per un attimo sembrerà portaci altrove, tra donne velate e uomini dal capo coperto dal tradizionale kufi. Questo importante centro infatti, ospita una vasta comunità di fede musulmana e passeggiare tra i vicoli del quartiere islamico – dove vi suggeriamo di trascorrere anche la serata – sarà un vero risveglio per i sensi, tra le innumerevoli bancarelle che offrono i più disparati streed food. Dopo averne esplorato i vicoli, senza farsi mancare una passeggiata lungo la rinnovata cinta muraria – tra le meglio conservate di tutta la Cina – in tutta la sua maestosità, rientro in hotel.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 10: Xi’an

Un contadino alle prese con uno scavo nel 1974. La semplicità di un gesto quotidiano che ha portato a un’incredibile scoperta. E mai ritrovamento fu più fortuito. È questa la storia dell’Esercito di Terracotta, una stupefacente schiera di statue che sembrano dover prendere vita da un momento all’altro dalla terracotta, pronti a difendere l’imperatore Qin Shi Huang, che ha voluto portare con sé la sua armata nell’oltretomba, seppellendola. Anche questo sito, protagonista delle visite odierne, è stato sottoposto a tutela dell’UNESCO, talmente è alta la sua rilevanza dal punto di visto archeologico e culturale. Continuerà poi il viaggio nei meandri della storia composita di Xi’an e della provincia in cui si trova, lo Shanxii, con una tappa allo Shaanxi History Museum, uno spazio espositivo di oltre 50 mila metri quadrati che ospita reperti delle diverse epoche che hanno segnato il destino dell’area. Sarà poi la volta della Pagoda dell’Oca Selvaggia, una costruzione che svetta dal tempio buddista Daci’en con i suoi sette piani. Tra gli edifici più antichi di Xi’an, tanto da essere considerata uno dei suoi simboli, è stata inclusa nel 2013 nella Lista dei Patrimoni Culturali Mondiali UNESCO. Rientro in hotel.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 11: Xi’an - Chongqing - imbarco crociera

Salutata Xi’an, molto presto al mattino trasferimento in aeroporto e imbarco sul volo domestico per Chongqing. All’arrivo, un breve tour del centro urbano che viene definito “città magica 3D”, poiché composta da diversi livelli che si incastrano l’uno sull’altro in una sorta di puzzle tridimensionale. Nel pomeriggio, raggiunto il punto di imbarco, saliremo poi a bordo della Sanctuary Yangzi Explorer, esclusiva nave che ci ospiterà in una crociera lungo il Fiume Yangtze, il celebre Fiume Azzurro, con i suoi splendidi paesaggi.
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena a bordo.

Giorno 12: navigazione sul fiume Yangtze

La giornata inizierà, per chi lo desidera, con una lezione di Tai Chi tradizionale. Dopo colazione sbarco per la visita del sito di ingegneria nucleare 816 di Fuling. Nascosta tra le montagne, si trova nella più grande grotta militare artificiale conosciuta al mondo. Più di 50 anni fa, oltre 60000 operai lavorarono a questa impresa top secret durata quasi due decenni, sospesa poi prima della sua conclusione, senza che il sito iniziasse la produzione nucleare.
In alternativa, se più interessati al lato umano di tale impresa, sarà possibile visitare la 816 town, dove i lavoratori al progetto vivevano. Sarà come tornare agli anni 70-80’, tra fabbriche, mense, auditorium e alloggi che racchiudono in sé una storia colma di segreti. Al termine rientro a bordo. La serata sarà allietata da The Beacon of Three Kingdoms, spettacolo basato sul celebre romanzo del XIV secolo, “Il romanzo dei tre regni”, un coinvolgente racconto tra storia e mito, una delle opere cardine della lettura cinese classica.
Pasti a bordo

Giorno 13: navigazione sul fiume Yangtze

Oggi attraverseremo la prima e la più suggestiva delle tre gole del Fiume Azzurro, la gola di Qutang, nel bagliore del mattino, facendoci avvolgere dallo splendore delle cime verdi e dalla tranquillità delle acque. Dopo colazione, sbarcheremo alla volta dell’antica città di Dachang, costruita durante la dinastia Jin Occidentale, che vanta una storia di oltre 1800 anni. Importante snodo commerciale del passato, questo caratteristico centro non si però trova nella sua posizione originale. Una sapiente opera di tutela, infatti, per salvarla dalle acque a seguito della costruzione della diga, ha trasferito ben 30 edifici residenziali, 3 porte e 2 templi nel luogo dove ora sorge, rendendo Dachang, l’unica antica città completamente preservata nell’area del bacino idrico delle Tre gole.
La giornata continuerà con un giro in barca di due ore lungo il fiume Daning, un affluente del Fiume Azzurro, che offrirà un’esperienza unica per la meravigliosa natura in cui è immerso.
Lungo il tragitto di ritorno alla nave, lo sguardo sarà rapito da un altrettanto meraviglioso scenario, quello delle Emerald Gorge, gola che prende il nome proprio dal color smeraldo della sua vegetazione, che insieme alla Bawu Gorge e alla Longmen Gorge, forma le Wushan Lesser Three. Picchi slanciati, verdeggianti pendii, sorgenti e cascate rendono questo luogo davvero magico.
Dopo il pranzo a bordo, sbarcheremo ancora una volta e, percorrendo il sentiero Yangzi Explorer, passeggeremo tra picchi ad un’altitudine di circa 1000 metri, con lo sguardo puntato sul fiume e sul Godness Peak che, per le sue fattezze, sembra immortalare la dea Yao Ji.
Raggiunto il belvedere, si potranno ammirare i 12 picchi di Wushan in tutta la loro magnificenza. In serata, rientro a bordo.
Pasti a bordo.

Giorno 14: sbarco a Yichang - Pechino

In tarda mattinata, sbarco a Yichang e trasferimento all’aeroporto locale. Imbarco sul volo domestico per Pechino con arrivo in serata. All’arrivo, trasferimento in hotel 4* nei pressi dell’aeroporto.
Colazione a bordo. Pranzo e cena liberi.

Giorno 15: Pechino - Italia

Al mattino trasferimento all’aeroporto e imbarco sul volo co scalo per Milano con arrivo in serata.
Colazione in hotel.

Le visite potrebbero svolgersi in un altro giorno rispetto a quanto pianificato da programma in base ad eventuali variazione agli orari di apertura dei luoghi d’interesse. Le tappe della crociera potrebbero subire variazioni in base alle condizioni meteorologiche.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI