descrizione della foto

La voce fatata dell’Atlante – Formula self drive

A partire da: 1.390

INTRODUZIONE

Un viaggio per assaporare in libertà l’atmosfera di ogni luogo, con le sue diversità, le sue unicità, sapori e profumi, attraverso un ricco programma di visite suggerite. Guidare in Marocco è un’esperienza memorabile e le occasioni per concedersi delle soste, anche solo per scattare una foto, sorseggiare un aromatico tè o ammirare un panorama, saranno frequenti e resteranno indelebili nei ricordi.

03/02/2023
10 giorni

DETTAGLI DI VIAGGIO

10 giorni

Aereo,
Auto,
Fuoristrada

da 2 a 4 persone

Marina Bay Tanger (4*),
Riad Salam (5*),
Kasbah Hotel Tombouctou (3*),
Hotel Xaluca Dades (4*),
Riad Amlal (4*),
Riad Daria (4*)
o similari

Partenze private – consigliate ogni venerdì o sabato.

10 giorni

Aereo,
Auto,
Fuoristrada

da 2 a 4 persone

Marina Bay Tanger (4*),
Riad Salam (5*),
Kasbah Hotel Tombouctou (3*),
Hotel Xaluca Dades (4*),
Riad Amlal (4*),
Riad Daria (4*)
o similari

Partenze private – consigliate ogni venerdì o sabato.

LUOGHI DA SCOPRIRE

La vera roccaforte della cultura marocchina. L’ingresso in città offrirà uno stimolo ai sensi, solleticati da un’atmosfera del tutto peculiare. Sarà come fare un viaggio nel passato, quando le sue strette viuzze erano pervase da profumi, colori e suoni antichi. Ad accogliere i viaggiatori due volti della stessa medaglia, la città imperiale costruita dal 1200 e la Medina, molto più vetusta, un labirinto di stradine brulicanti di persone intente a svolgere lavori ormai scomparsi dalla nostra quotidianità.

La città imperiale di Meknes è un meraviglioso esempio di fusione tra architettura araba e spagnola. Le imponenti mura, i bastioni alti fino a 15 metri e le porte monumentali, la rendono uno splendido archetipo di città fortificata del Maghreb. Non da meno il suo interno, reso affascinante dalla Medina, dalle moschee e i loro minareti, da palazzi storici e bagni turchi.
Non lontano si trova il sito archeologico di Volubilis, fonte originaria dei materiali usati per la costruzione delle grandi porte di Meknes.

Tra le città imperiali è forse la più affollata, senza però perdere mai il suo incanto. I vicoli della Medina creano un dedalo intricato di bancarelle ricche di spezie e tessuti coloratissimi, hammam, gallerie d’arte, botteghe, in cui le persone sono in perpetuo movimento. La piazza Djemaa El Fna è un concentrato di tutto questo. Passare del tempo ad ammirare lo spettacolo che ogni giorno la anima, può valere il viaggio e il ricordo rimarrà indelebile nella memoria.

La città fortificata di Ait-Ben-Haddou, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è un complesso abitativo risalente al 1600, costruito su una collina utilizzando materiale edile organico, un fango rossastro che al tramonto prende una colorazione spettacolare. Entrando attraverso le alte mura, allo sguardo dei visitatori si svelano un insieme di case, alcune ancora abitate, una moschea, un santuario, botteghe e, nella parte alta, il granaio fortificato con le sue caratteristiche fattezze.

Merzouga è una delle principali oasi dove le carovane si fermavano per ristorarsi, prima di proseguire l’attraversamento del deserto fino al Mediterraneo. Le spettacolari dune di Erg Chebbi ed Erg Chigaga, maestose formazioni di sabbia che demarcano la divisione tra il deserto sabbioso e il deserto di sassi, rappresentano un luogo magico in cui il panorama si estende a perdita d’occhio.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia - Tangeri

Partenza da Milano (da altri aeroporti su richiesta) con volo con scalo per Tangeri. All’arrivo, ritiro del veicolo a noleggio direttamente in aeroporto e trasferimento all’hotel Marina Bay Tanger, (4*) o similare.
Pasti liberi.

Giorno 2: Tangeri - Chefchaouen - Fez

Vi consigliamo di iniziare il viaggio alla scoperta del Marocco con una visita panoramica di Tangeri, città rivalutata dopo anni di trascuratezza a cui oggi è stato restituito un volto più curato, culturalmente vivace e con una piacevole Corniche brulicante di persone. Da qui, potrete poi partire per Chefchaouen, una delle città più graziose del Paese, un villaggio di montagna colorato di blu con uno stile di influenza locale e andaluso, stradine strette che conducono alla Kasbah e alla Piazza Uta el-Hammam. Un luogo in cui è piacevole perdersi, ammirando gli angoli più nascosti e caratteristici, facendosi trascinare dai profumi del cibo che escono da case e ristorantini locali e dove fermarsi a bere un buon caffè osservando il passo lento e pacato dei suoi abitanti. Ultima tappa Fez, la splendida città imperiale che vi ospiterà per tre notti. La tratta per raggiungerla sarà piuttosto lunga (4 ore circa), ma ne varrà certamente la pena. Sistemazione al Riad Salam, (5*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 3: Fez

Il nostro suggerimento è di dedicare l’intera giornata a quella che viene definita la capitale spirituale del Regno. Fez vanta un patrimonio storico e culturale che sa conquistare il visitatore, soprattutto all’interno della Medina dove il caos, che normalmente risulterebbe fastidioso, diventa invece coinvolgente e stimolante. Ogni vicolo è un formicolare di bancarelle, profumi, botteghe artigiane e scorci di minareti che svettano sopra le case. Potrete ammirare dall’esterno una delle più grandi moschee dell’Africa e al contempo una delle più antiche università al mondo, la Moschea Karaouyine. E poi ancora la zona meno antica, ma non meno piacevole, denominata Fez el-Jdid e La Ville Nouvelle, costruita sotto il protettorato francese nella prima metà del 1900. E nel resto del tempo lasciatevi guidare dai ritmi della città, respirandone l’aria frizzante, approfondendo visite di particolare interesse o semplicemente rilassandovi.
Colazione in riad. Pranzo e cena liberi.

Giorno 4: Fez - Meknes - Volubilis - Fez

Considerata la breve distanza (70 chilometri circa), una visita da non perdere sarà quella di Meknes, altra città imperiale, meno caotica rispetto alla vicina Fez, ma non meno interessante.
Le sue strade strette e tortuose, gli imponenti edifici, le fortificazioni (oggi parte della rete stradale), rendono chiaro quanto fosse importante questa città sia come centro territoriale che come dimora del sultanato marocchino; nel suo cuore troverete la Tomba del re, il vasto granaio reale, la piazza El-Hedim, una versione ridotta della popolare piazza di Djem el-Fna di Marrakech. Una delle visite più emozionanti che vi suggeriamo è quella al maestoso e perfettamente conservato Bab el-Mansour, l’ingresso cerimoniale principale alla Kasbah del sultano Moulay Isma’il, costruito tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo. Nelle vicinanze si trova poi il sito archeologico di Volubilis, importante avamposto dell’Impero Romano. Questa città fortificata era in una posizione abbastanza isolata rispetto agli altri municipi, in una zona agricola molto fertile; un isolamento che ha fatto sì che per circa 1000 anni sia rimasta disabitata e, di conseguenza, le sue rovine hanno mantenuto fede alla città originaria, cosi come le sue testimonianze epigrafiche. Una tappa che non può mancare prime di rientrare a Fez.
Colazione in riad. Pranzo e cena liberi.

Giorno 5: Fez - Ifrane - Midelt - Merzouga

L’obiettivo finale della giornata, sarà lo splendido deserto di Merzouga. Un lungo trasferimento vi attende (500 chilometri circa), ma non lasciatevi intimorire dalla distanza che varrà la meta. Lungo la strada vi consigliamo due soste meritevoli. La prima a Ifrane, una città sorta durante il protettorato francese, che non potrà non stupire per le sue caratteristiche. Estremo ordine, aiuole curate, vegetazioni e case in perfetto stile alpino, sembreranno catapultarvi in un paesino del nord Europa.
La seconda a Midelt, una cittadina che di per sé non offre attrattive particolari, ma dalla quale si gode di una vista sulle montagne dell’Alto Atlante orientale davvero mozzafiato. Giunti a Erfoud, lascerete l’auto a noleggio (in un punto che vi verrò comunicato), per salire a bordo di un fuoristrada 4×4 con autista e partire verso il deserto di Merzouga, una distesa di dune che si estende a perdita d’occhio. Sistemazione al Kasbah Hotel Tombouctou, (3*) o similare.
Colazione in riad. Pranzo libero e cena in hotel.

Giorno 6: Merzouga - Gole del Todra - Boumalne

Salutato il deserto, sarete riaccompagnati a Erfoud per recuperare il veicolo a noleggio. Da qui potrete proseguire alla volta delle Gole del Todra, una faglia profonda circa 300 metri che divide imponenti montagne composte da una roccia calcarea arancione che le rende estremamente suggestive. Trovarsi nel punto più basso di questa spaccatura, regala un senso di stupore e meraviglia verso ciò che la natura è in grado di creare. Ripresa la marcia, percorrendo un breve tragitto, entrerete nella Valle del Dades, punteggiata da oasi e palazzi in mattoni di fango che le hanno conferito l’epiteto fiabesco di Valle delle mille Kasbah. Raggiunta la cittadina di Boumalne, sistemazione all’Hotel Xaluca Dades, (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 7: Boumalne - Oasi Skoura - Ouarzazate

Il cammino oggi vi porterà verso Ouarzazate. Lungo il tragitto vi raccomandiamo di effettuare una sosta presso l’oasi di Skoura, ricca di palmeti e rinomata per la coltivazione delle rose. Un punto d’osservazione d’eccezione sulle montagne dell’Atlante. Giunti a destinazione, potrete scegliere se visitare subito la città o recarvi ad Ait-Ben-Haddou, a circa 30 km di distanza.
A Ouarzazate troverete la Kasbah Taourirt, una delle residenze del Pasha di Marrakech. Il complesso vanta torri, sulle quali nidificano spesso le cicogne, e sale finemente decorate.
La città è diventata famosa anche per gli studi cinematografici spesso utilizzati dalle grandi case di produzione hollywoodiane. Il villaggio di Ait-Ben-Haddou invece, è un luogo più intimo e di ridotte dimensioni, in cui troneggia la sua splendida Kasbah, Patrimonio UNESCO. Addentrarsi in questo luogo interamente costruito in fango e legno, vi farà immergere nella storia, riportandovi a quando la Kasbah era un antico caravanserraglio. Dalla vetta della collina sulla quale è stata edificata, si gode di una sorprendente vista e l’immaginazione può correre fino ai giorni in cui questo luogo era un punto d’incontro per commercianti provenienti dalle zone circostanti e non solo. Suggeriamo di visitare Ait Ben Haddou al tramonto, per godere dei colori e della luce che si riflette sulle Kasbah. Pernottamento al Riad Amlal, (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 8: Ouarzazate - Marrakech

Trasferimento panoramico verso Marrakech, ultima delle città imperiali previste in questo composito itinerario. La strada che percorrerete avrà un forte impatto visivo; l’antica pista del sale è un susseguirsi di curve, profonde vallate, piccoli villaggi che meriteranno sicuramente una o più soste per assaporare a pieno la bellezza dei luoghi che incontrerete. Arrivati a Marrakech, sistemazione al Riad Daria, (4*) o similare. Qui la scelta su come trascorrere il vostro tempo è decisamente ampia. Magari passeggiando nel suq, bevendo un tè in piazza Djemaa El Fna, assaggiando un piatto locale o semplicemente rilassandovi in un hammam o nella tranquillità del riad.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 9: Marrakech

Un’intera giornata a disposizione per vivere Marrakech e la sua magica atmosfera. Il cuore pulsante della città è la famosa piazza Djemaa El Fna, dove ogni giorno è come se si svolgesse un grande festival; musiche berbere, bancarelle con profumatissime pietanze e spezie, incantatori di serpenti, artigiani, coloratissimi tessuti mossi dal vento e il costante movimento dei suoi avventori, rendono questo luogo unico. Marrakech però non è soltanto la sua piazza. Il Jardin Majorelle, progettato dall’omonimo artista francese, insolitamente colorato di blu; il Palazzo Bahia, elaborato dai migliori artigiani marocchini con intarsi, soffitti in zouak (legno dipinto), cortili, la sala d’onore, l’harem con finestre di vetro colorato e pannelli di seta intrecciata; le Tombe Saadiane in marmo di Carrara e intonaco d’oro puro e il minareto della Moschea Kotubia, a pochi passi dalla piazza centrale, sono tutti luoghi molto affascinanti e d’interesse storico assoluto.
Colazione in riad. Pranzo e cena liberi.

Giorno 10: Marrakech - Italia

A seconda dell’orario di partenza, trasferimento in aeroporto, rilascio dell’auto a noleggio e imbarco sul volo per Milano (per altri aeroporti su richiesta) con scalo.
Colazione in riad.

Il programma sopra delineato consta di una serie di visite suggerite sulla base della nostra esperienza, che i viaggiatori potranno liberamente gestire. L’unico vincolo è rappresentato dalle località in cui sono prenotati i pernottamenti.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI








    error: Content is protected !!