descrizione della foto

Memorie lontane dal Mediterraneo alle oasi

A partire da: 2.740

INTRODUZIONE

L’Algeria è un paese enorme, e gigantesco è anche il suo patrimonio archeologico, culturale, artistico e naturalistico. Questo tour intende fornire una visione generale e variegata del Paese, dalla sua elegante capitale, dove le atmosfere coloniali si mischiano all’arte e all’architettura moderna al cospetto del mare, alle antichissime incisioni rupestri, calate in un paesaggio senza eguali. Il grande e monumentale deserto fa da contraltare alla meraviglia di alcune fra le più importanti rovine classiche del mondo, da scoprire fra oasi, laghi salati e villaggi fermi nel tempo.

DETTAGLI DI VIAGGIO

10 giorni

Aereo,
Auto o Minibus

da 8 a 12 persone con tour leader dall'Italia

da 2 a 7 persone con guida locale

Hotel ABC (3*),
Hotel Gourara (4*),
Hotel Saura (4*),
Novotel (4*)
o similari

2024
Ven 10/05 - Dom 19/05
Ven 20/09 - Dom 29/09

Partenze private – consigliate ogni venerdì.

10 giorni

Aereo,
Auto o Minibus

da 8 a 12 persone con tour leader dall'Italia

da 2 a 7 persone con guida locale

Hotel ABC (3*),
Hotel Gourara (4*),
Hotel Saura (4*),
Novotel (4*)
o similari

2024
Ven 10/05 - Dom 19/05
Ven 20/09 - Dom 29/09

Partenze private – consigliate ogni venerdì.

LUOGHI DA SCOPRIRE

Il fascino di Algeri deriva dalle sue combinazioni e dal suo profilo ondeggiante. Le abitazioni, i palazzi, le moschee formano infatti un enorme distesa di edifici distribuita su svariate colline. Il colore predominante è il bianco che abbinato al blu del mare crea una fantastica diapositiva; l’ammaliante decadenza della casbah si sposa con gli eleganti viali alberati e i signorili palazzi coloniali; i suoi abitanti possono mostrare sia lineamenti, colori e abiti arabeggianti che vestiti, carnagioni e splendidi occhi azzurri tipici di culture più vicine alla nostra. Come parte integrante dell’influenza culturale francese non possiamo tralasciare il cibo e le profumatissime panetterie, che sfornano pane caldo ad ogni ora del giorno.
Di particolare interesse per l’ambientazione nel quale è calato, il sito di Djemila sorge in una regione montuosa lussureggiante, ricca di verdi pascoli, dai quali spuntano colonne, archi di trionfo templi e strade lastricate. Ancora una volta la ricchezza e la vastità del sito sono incredibili e danno ragione a chi sostiene che, dopo l’Italia, l’Algeria sia il più importante paese di archeologia romana al mondo.
Uno dei siti più noti e grandi dell’Algeria romana, Timgad (Thamugadi) è costituto da una tale distesa di rovine, che restituisce perfettamente l’immagine di una metropoli del mondo antico. Lo sviluppo della città fondata da Traiano fu tale che infranse anche la rigida planimetria ortogonale delle classiche città romane, divenendo un intrico di vicoli e strade che si intuisce chiaramente ancora oggi. Fra di essi si ergono basiliche, templi e archi di trionfo. Timgad è entrata a far parte dell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 1982.
Costruita all’interno di una grande oasi che da sempre ne garantisce la sopravvivenza, la città di Timimoun è un sogno ad occhi aperti. Non solo per l’intenso colore rosso ocra degli edifici, che sembrano voler fare a gara con le infinite sfumature della sabbia del deserto, ma anche per la tipica edilizia in stile cosiddetto neo-sudanese nella quale spiccano torrette, muri a secco e caratteristici edifici a cupola. A Timimoun, come nei dintorni, spuntano i misteriosi ksar, villaggi circolari circondati di mura, mentre una parte della meraviglia del luogo è data dalle particolari canalizzazioni per l’irrigazione, testimonianza di una millenaria tecnologia.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia - Algeri

Partenza da Milano Malpensa (altri aeroporti su richiesta) con volo con diretto per Algeri. Arrivo e trasferimento privato all’hotel ABC, (3*) o similare. Resto del pomeriggio a disposizione. Cena in hotel.

Giorno 2: Algeri

La mattinata sarà interamente dedicata alla visita della capitale e dei suoi luoghi e monumenti più significativi. Visiteremo in particolare il Museo del Bardo, che sorge in un principesco palazzo ottomano, i giardini di Essai, luogo di ristoro e di quiete, un parco botanico di 80 ettari nel centro di Algeri con palme, alberi tropicali e specchi d’acqua. Ad Algeri soggiornarono grandi pittori orientalisti come Eugène Delacroix, Eugène Fromentin, Etienne Dinet, e nei loro quadri si ritrova il riflesso del mare e del cielo di questa città. Con la funicolare raggiungeremo il monumento dei Martiri che domina dall’alto l’abitato. Consumeremo il pranzo nella casbah, in una casa tradizionale, dopodiché ci dedicheremo alla visita del nucleo più antico della città, fino al momento del rientro in hotel, dove ceneremo e ci riposeremo per la partenza del giorno successivo. Colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.

Giorno 3: Algeri - Timimoun

Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Timimoun via Algeri. All’arrivo sistemazione e pranzo in hotel. Nel pomeriggio visita all’oasi rossa, che si affaccia sulla sebka, una depressione salina, sullo sfondo della quale si stagliano le dune dell’erg occidentale. Il programma di oggi non è fitto, ma prevede comunque momenti di forti emozioni e di avventura. Sistemazione presso l’hotel Gourara (4*) o similare. Colazione in hotel. Pranzo e cena in hotel.

Giorno 4: Timimoun

Oggi esploreremo i dintorni di Timimoun affrontando un percorso attorno al bacino dell’antico lago in secca. Nei villaggi ai margini dei mari di dune, negli ksar, il tempo sembra continuare a scorrere come secoli, se non millenni, fa: qui l’uomo è riuscito nel corso del tempo ad addomesticare un clima e un ambiente inospitale, creando persino orti fertili e verdi, all´ombra delle palme, bloccando l’avanzare della sabbia con muri. È il frutto di un’ingegneria semplice e antichissima, con sistemi di irrigazione che sembrano poter creare l’acqua quasi per magia, con le foggara. Il consulente Unesco Pietro Laureano dice testualmente: “Le foggara non sono semplici canali che trasportano l’acqua, la producono esse stesse per capillarità e per condensazione sulle loro pareti… Sono vere e proprie miniere di umidità in grado di generare l’acqua dalla sabbia del deserto. Ma non è tutto: le gallerie vengono fatte passare sotto l’abitato dell’oasi, realizzando in questo modo un efficace condizionatore climatico per le case sovrastanti. Nelle oasi nulla è dovuto al caso: l’acqua necessaria alla vita e alle coltivazioni non scaturisce liberamente da sorgenti, ma è una risorsa prodotta con fatica e rigore”. Vedere con i nostri occhi quali sono le condizioni climatiche e geografiche in cui questo si manifesta non può lasciarci indifferenti. Rientro in hotel. Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale, cena in hotel.

Giorno 5: Timimoun - Beni Abbes - Taghit

La strada che percorreremo oggi attraversa il mare di dune del Grand Erg Occidentale. L’espressione ‘mare di dune’ non è mai stata più azzeccata, poiché le montagne di sabbia si muovono, come delle onde, fra rocce che sono come imponenti scogli e palmeti che ricordano isole nel vasto oceano. Questi ultimi segnano il corso stagionale del fiume Saoura. Dopo la sosta per il pranzo nell’oasi di Beni Abbès, fra il tipico ksar in argilla e un eremo del 1901, raggiungeremo nel pomeriggio inoltrato a Taghit, piccolo e antico villaggio ai piedi delle grandi dune dell’erg occidentale. Qui ci sistemeremo all’hotel Saura (4*) o similare. Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale, cena in hotel.

Giorno 6: Taghit

Inizierà dopo colazione una giornata dedicata allo ksar e all’esplorazione di un sito rupestre dei suoi dintorni. Sulle rocce di Taghit sono rappresentati animali tipici della savana e bovidi dalle lunghe corna, fattori che testimoniano l’insediamento di comunità umane dedite, non solo alla caccia, ma anche a forme primitive di allevamento. Ci perderemo nella magia del deserto, tra le dune che contornano il centro di Taghit fino all’ora di cena, che consumeremo seduti a terra su tappeti e cuscini, in maniera tradizionale. Rientreremo quindi in hotel per la notte. Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale, cena tradizionale tra le dune.

Giorno 7: Taghit - Bechar - Algeri - Constantine

Nel primo pomeriggio ci recheremo all’aeroporto di Bechar (90 km circa), da dove partirà il nostro volo per Constantine, via Algeri. Arrivo nel tardo pomeriggio a destinazione; arroccata sulle vertiginose gole del Rummel, la città deve il suo nome all’imperatore Costantino, che contribuì in modo consistente alla sua edificazione. Trasferimento e sistemazione presso il Novotel (4*) o similare. Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale, cena in hotel.

Giorno 8: Constantine - Timgad - Lambese - Constantine

Ci alzeremo presto per partire verso Lambese, dove ammireremo l’antica fortezza legionaria della provincia romana d’Africa proconsolare. Nel pomeriggio escursione a Timgad (Thamugadi), una colonia militare risalente all’epoca di Traiano, quindi I-II secolo d.C. La città venne edificata con la precisa funzione di contrasto ai gruppi Berberi del Massiccio dell’Aurés, lì dove in precedenza non c’era nulla. È una forte emozione camminare tra le rovine di Timgad, dove il decumano e il cardo sono chiaramente distinguibili e, a tratti, ancora affiancati da un colonnato corinzio parzialmente restaurato. Sul finale del decumano, a occidente, si trova l’arco dedicato al fondatore della città, Traiano, alto 12 metri. Dagli studi pare non nacque come arco di trionfo ma, probabilmente, come porta della città, successivamente modificata. Il sito comprende inoltre una basilica, la biblioteca, quattro terme ed un teatro da 3.500 posti a sedere, così ben conservato che ospita rappresentazioni tutt’oggi. A Timgad si trovano inoltre il grande tempio dedicato a Giove Capitolino, che compete per dimensioni con il Pantheon di Roma, chiese e fortificazioni bizantine risalenti agli ultimi anni della città. In serata rientro a Constantine, in tempo per cena. Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale, cena in hotel.

Giorno 9: Constantine - Djamila - Algeri

Dopo la colazione partenza per Djamila, una delle più straordinarie città romane d’Africa. Visiteremo le rovine, antipasto dello straordinario museo, un incredibile repertorio di mosaici, per lo più strappati da ville e altri edifici pubblici e privati della città. La città romana si stende come un tappeto sulle colline diradanti, lasciando un indelebile ricordo. Al termine della visita proseguimento per Algeri, sistemazione presso l’hotel ABC (3*) o similare. Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale, cena in hotel.

Giorno 10: Algeri - Italia

In mattinata trasferimento in aeroporto e imbarco sul volo diretto per Milano (per altri aeroporti su richiesta). Colazione in hotel.

Le visite potrebbero svolgersi in un altro giorno rispetto a quando pianificato da programma in base ad eventuali variazione agli orari di apertura dei luoghi d’interesse e dell’operatività dei voli interni.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI