descrizione della foto

Su strade intrise di storia e di miti

A partire da: 1.120

INTRODUZIONE

Un viaggio in autonomia per esplorare i grandi classici del Paese, arricchito da visite guidate per meglio conoscere l’affascinante storia dei molteplici luoghi leggendari che custodisce. Un self drive che conduce il viaggiatore attraverso siti senza tempo come quelli di Atene, Micene, Olympia e Delfi. Una vera immersione nella cultura greca, allietata da un clima piacevole tutto l’anno e un’ottima cucina.

26/12/2022
8 giorni

DETTAGLI DI VIAGGIO

8 giorni

Aereo,
Auto

da 2 a 6 persone con guida locale parlante italiano

The Editor Athens Hotel 4*,
Hotel Avra Nafplio 3*,
Elite City Resort 4*,
Olympic Village Resort & SPA 4*,
Kastalia Boutique Hotel 4*,
Theatro Hotel Odysseon 4*
o similari

Partenze private possibili ogni giorno.

8 giorni

Aereo,
Auto

da 2 a 6 persone con guida locale parlante italiano

The Editor Athens Hotel 4*,
Hotel Avra Nafplio 3*,
Elite City Resort 4*,
Olympic Village Resort & SPA 4*,
Kastalia Boutique Hotel 4*,
Theatro Hotel Odysseon 4*
o similari

Partenze private possibili ogni giorno.

LUOGHI DA SCOPRIRE

Atene è una città che vive nei ricordi di ciascuno, anche se non si ha mai avuto la fortuna di visitarla; è inutile dire che in questa capitale la storia si respira ovunque. Basta una passeggiata per imbattersi nelle rovine di una delle civiltà più importanti dell’antichità. Oltre al passato, Atene è però proiettata anche al futuro, capace di essere moderna e vibrante dal punto di vista sociale, artistico e gastronomico.

Una delle attrazioni più particolare del Paese e, per questo, immancabile tappa di molti viaggiatori; il fascino che emana questo luogo lo si deve alla specificità delle numerose torri d’arenaria e alla presenza, alla loro sommità, di antichi monasteri. Qui l’opera della natura e dell’uomo si fondono armoniosamente suscitando interesse e stupore. Le visite non sono sempre agevoli, ma la curiosità vincerà, consentendo di godere della bellezza delle strutture e del panorama che si apre allo sguardo.

Un sito archeologico che deve la sua spettacolarità e il suo splendore anche al contesto paesaggistico in cui si trova, su un promontorio a picco sul Mar Egeo. Il tempio è, appunto, dedicato al Dio del mare e fu costruito con un marmo locale estratto non molto lontano. Interessante anche la leggenda legata a questo luogo, che riguarda il re Egeo e il figlio Teseo, inviato a Creta per sconfiggere il Minotauro. L’accordo tra padre e figlio era che, in caso di esito positivo della missione, Teseo sarebbe dovuto rientrare in patria su navi con vele bianche. Il giovane però, si dimenticò del patto e rientrò, seppur vittorioso, con vele nere. Egeo pensando che il figlio fosse morto, si gettò dal promontorio sul quale si trova il Tempio di Poseidone e da quel momento il mare prese il suo nome, Mar Egeo.

Una parte di Peloponneso non sempre inclusa all’interno delle rotte turistiche, ma non per questo meno interessante, anzi, tutt’altro. L’elemento più caratterizzante è l’Aesklepion (il Dio Asclepio è il dio greco della medicina), un tempio dedicato alla medicina e alla salute dei pazienti, che in questi luoghi venivano visitati e ricevevano le cure necessarie. Oltre all’Aesklepion, da non perdere le visite alla cinta muraria, all’Agorà e alla Porta d’Arcadia.

Città dalla storia legata inscindibilmente a quella del suo re più conosciuto, Agamennone, il condottiero che guidò l’intero popolo greco alla conquista di Troia e protagonista dell’Iliade di Omero. Le rovine di questa città-stato mostrano quanto d’importante fece il popolo miceneo dal punto di vista culturale, commerciale, bellico e artistico. L’accesso dall’immensa porta d’ingresso alla città, la Porta dei Leoni, sarà un vero salto nell’antichità.

Se tuttora da questo luogo parte ogni quattro anni la fiamma olimpica, significa che la sua rilevanza storica, rituale e sportiva è rimasta intatta dopo millenni e ciò non può non emozionare. Uno stadio, anche se vuoto, è un luogo in cui l’atmosfera rende palpabile quanto vi è accaduto, anche a distanza di tempo. Basta un po’ di immaginazione, per riuscire a percepire la presenza della folla e degli atleti. E questo è proprio quanto accade ad Olympia.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia - Atene

Partenza dall’Italia con volo diretto. All’arrivo ad Atene, ritiro del veicolo a noleggio in aeroporto e trasferimento autonomo al The Editor Athens Hotel (4*) o similare. Tempo libero per passeggiare e visitare la città.
Pasti liberi.

Giorno 2: Atene - Capo Sounion - Tempio di Poseidone - Atene (140 km circa)

Al mattino incontro con la guida locale, con la quale si trascorrerà l’intera giornata, per una prima immersione nella cultura greca. La visita inizierà con una passeggiata nella capitale; raggiungendo a piedi l’Acropoli si attraverseranno i quartieri di Monastraki e Plaka, ricchi di fascino e contrasti, caratteristiche tipiche di Atene. Giunti all’Acropoli, ecco i capolavori architettonici dell’età dell’oro della città, tra cui i Propilei, il Tempio di Athena Nike, l’Eretteo e il Partenone. Rientro in hotel e partenza con la vettura a noleggio in direzione Capo Sounion, percorrendo la strada costiera e passando per Glyfada e Vouliagmeni, località famosa per il lago dalle proprietà curative. Dopo circa un’ora di percorso, all’arrivo allo sguardo si rivelerà il Tempio di Poseidone, che vanta una delle viste più spettacolari sul mare Egeo e sulle isole del Golfo Argosaronico.
Visita del sito archeologico e possibilità di passeggiare liberamente sul promontorio roccioso. Salutata la guida, rientro in autonomia ad Atene.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 3: Atene - Canale di Corinto - Epidauro - Micene - Nauplia (210 km circa)

Al risveglio partenza verso l’Argolide. Percorrendo la strada costiera si arriva al Canale di Corinto, costruito a fine 900, ma obiettivo già di romani prima e veneziani poi, per evitare il lungo periplo del Peloponneso per accedere al Mar Egeo.
All’arrivo a Epidauro, incontro con la guida locale e visita del meraviglioso Teatro, costruito nel IV secolo da Policleto il Giovane e tuttora utilizzato, grazie all’ampia capienza e all’acustica perfetta. Al termine, si riparte verso l’affascinante città di Micene fondata, secondo la mitologia greca, da Perseo, figlio di Zeus e Danae.
La scoperta di Micene si deve a Heinrich Schliemann che, dopo Troia, continuò il suo “inseguimento” dei tesori antichi andando alla ricerca del tesoro di Agamennone. Fu così che nel 1874 iniziò lo scavo del sito, segnalato dalla celebre Porta dei Leoni, ingresso principale della città, mai sepolta nel corso dei secoli. La città è circondata da una possente fortificazione che incornicia il bordo del burrone, tradizionalmente attribuita all’opera dei Ciclopi, ma risalente al XIII secolo.
È in questa muraglia che si apre la Porta dei Leoni, con il famoso rilievo, alto 3 metri, che ritrae due leoni ai lati di una colonna murata.
Qui, nelle tombe dei re di Micene, è stata rinvenuta la spettacolare maschera d’oro di Agamennone (oggi al Museo Nazionale di Atene). Altra straordinaria testimonianza archeologica è il celebre Tesoro di Atreo.
Salutata la guida, si prosegue in autonomia per Nauplia, per scoprire questa interessante cittadina, che mantiene evidenti segni del passaggio dei veneziani: la sua struttura pianificata secondo il modello della madrepatria, i cannoni e le bombarde realizzate in Veneto nel XVII-XVIII secolo, i leoni di San Marco sparsi per la città. La città rimase nelle mani dei Veneziani fino al 1540, per poi passare agli Ottomani. Successivamente ebbe un ruolo fondamentale nella guerra di indipendenza della Grecia. Nauplia fu, infatti, la prima città a liberarsi dalla dominazione ottomana nel 1822, diventando la prima capitale del Paese. Sistemazione all’hotel Avra Nafplio (3*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 4: Nauplia - Kalamata (150 km circa)

Al mattino la rotta odierna punterà verso Kalamata, piacevole cittadina di mare, con possibilità di sosta a Mystras per una visita. La città-fortezza di Mystra è situata circa sei chilometri a nord-ovest di Sparta, non lontano dal Monte Taigeto.
Vero e proprio grande museo a cielo aperto, è una splendida città bizantina voluta nel 1249 dai Franchi, precisamente da Guglielmo II de Villehardouin. Il Castello è senz’altro l’attrattiva principale del sito, costruito in cima alla collina ad un’altezza
di 621 metri, vantando una spettacolare vista panoramica sulle rovine sottostanti. Nel 1460 la città fu conquistata dall’Impero Ottomano. Successivamente, nel 1687 il potere passo ai Veneziani, che mantennero il loro dominio fino al 1715, quando venne nuovamente conquistata dai Turchi, per poi essere liberata nel 1821.
A partire dal 1832 fu poi lentamente abbandonata, in seguito alla decisione di Ottone I di Grecia di ricostruire la vicina Sparta. All’arrivo a Kalamata, sistemazione all’Elite City Resort (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 5: Kalamata - Messinia - Olympia (135 km circa)

La giornata di oggi ha come prima meta l’Antica Messinia con il suo sito archeologico da visitare in autonomia. I resti mostrano solo parzialmente la struttura urbanistica della città fortificata da una cinta di mura ciclopiche risalenti al IV secolo a.C. e 30 torri di guardia, di cui restano la Porta d’Arcadia, da tempo simbolo della città, e otto torri gigantesche. Va considerato parte della cinta anche il Monte Ithome che, da solo, fungeva da fortezza naturale. All’interno della città sono stati ritrovati monumenti e luoghi di grande interesse politico e sociale. Lo Stadio, ad esempio, con il Gymnasium; l’Agorà, un mercato quadrato circondato da portici, e un insolito Asklepion associato a una galleria di statue in bronzo.
È possibile visitare anche il Museo Archeologico che raccoglie circa 12.000 reperti portati alla luce durante gli scavi.
Terminata la visita, il viaggio riprende alla volta di Olympia. All’arrivo, incontro con la guida locale per andare alla scoperta del sito archeologico e del museo.
Ad Olympia si conservano i resti di quella che fu una delle più belle realizzazioni dell’architettura classica, il Tempio di Zeus, che ospitava la statua crisoelefantina (oro e avorio) del dio, una delle sette meraviglie del mondo antico, realizzata nel 436 a.C. da Fidia. Celebri sono le sculture che decoravano i frontoni e le metope del tempio (conservati nel museo archeologico locale), i cui temi leggendari sono stati scelti in modo da soddisfare sia il patriottismo locale che i sentimenti panellenici dei visitatori del santuario. La città, oltre ad essere un importantissimo centro religioso e culturale, era anche la sede dell’amministrazione e dello svolgimento dei Giochi Olimpici a partire, verosimilmente, dal 776 a.C., data a cui risalgono le prime liste di vincitori di cui abbiamo testimonianza.
Vero simbolo di Olympia è lo stadio, ma si conservano anche la palestra, luogo dedicato alla lotta e al pugilato, e il gymnasium, centro di cultura fisica ed intellettuale, destinato ai giochi ed agli esercizi sportivi dei ragazzi. Da non perdere il Museo di Olympia, uno dei più importanti della Grecia, che mostra la lunga storia del santuario attraverso i suoi reperti.
Sistemazione all’Olympic Village Resort & SPA (4*) o similare
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 6: Olympia - Delfi (245 km circa)

Tappa di questa giornata sarà Delfi, percorrendo le pianure di Ilia e Achaia fino a raggiungere il magnifico ponte che attraversa la Baia di Corinto e collega Rio e Antirio. Il viaggio continua per le cittadine di Nafpaktos (Lepanto) ed Itea. A Delfi incontro con la guida locale per la visita del sito archeologico e del museo. Importantissimo santuario del periodo classico, nonché sede del più celebre oracolo della Grecia, Delfi è collocata alle pendici del Monte Parnaso, in una posizione panoramica di bellezza difficilmente eguagliabile. Il sito conserva ancora oggi resti di imponente fascino. Il percorso si snoda attraverso la via Sacra, che passando tra i Thesauroi, i monumenti votivi, il Bouleterion (Parlamento) e la roccia della Sibilla, con la tomba del serpente Pitone, conduce al Tempio di Apollo. Proseguendo si incontra il teatro, dove si svolgevano i concorsi musicali dei Giochi Pitici e altre feste religiose e da cui si gode una vista spettacolare e, ancora più in alto, si arriva infine allo stadio, anch’esso sede di competizioni.
Il Museo Archeologico di Delfi vale una visita anche solo per l’Auriga di Delfi, una delle più belle opere arrivate fino ai nostri tempi: la magnifica statua in bronzo realizzata intorno al 475 a.C. per volere del tiranno di Gela, che la donò al Santuario di Apollo per celebrare una vittoria durante i Giochi Pitici. L’auriga faceva parte di un più ampio complesso scultoreo, rappresentante una quadriga nel momento successivo alla vittoria, come testimonia la tenia (termine greco per indicare una fascia o nastro) del vincitore avvolta intorno al capo del giovane.
Congedata la guida, pomeriggio a disposizione per conoscere la piacevole cittadina di Arachova, famosa località sciistica (968 s.l.m) conosciuta anche per la lavorazione di oggetti in legno, tappeti e trapunte colorate. Sistemazione al Kastalia Boutique Hotel (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 7: Delfi - Kalambaka (230 km circa)

A bordo del veicolo a noleggio, partenza in direzione nord fino a Kalambaka, piccola cittadina che si sviluppa a valle del complesso delle Meteore, composto dalle famose falesie di arenaria. Incontro con la guida locale e visita di almeno 2 monasteri. Monasteri che si ergono sospesi fra la terra e il cielo in cima ad enormi rocce e conservano tesori storici e religiosi di grande bellezza. Il sito è stato riconosciuto dall’UNESCO come esemplare unico del patrimonio culturale, per i suoi affreschi, per la tecnica di costruzione e per le sue qualità naturali. Le Meteore sono composte da circa 60 enormi colonne di roccia, modellate negli anni dagli agenti atmosferici, che arrivano fino a 300 metri di altezza, grandi abbastanza per essere la base di un intero monastero edificato sulla loro sommità. La loro storia risale al IX secolo, quando alcuni eremiti si stanziarono in grotte e cavità nelle rocce. Nel XIV secolo il monaco Anastasio, per scappare dalle incursioni dei corsari nel Monte Athos, arrivò alle Meteore, dove edificò la Grande Meteora. I monasteri furono costruiti sulla cima delle rocce, in luoghi quindi pressoché irraggiungibili ed inespugnabili, proprio per difendersi dall’Impero Ottomano. Un tempo giungervi era molto difficile ed erano attivi sistemi di carrucole e reti. Fino al XVI secolo, sono stati costruiti ben 24 monasteri, sebbene con il passare del tempo siano stati soggetti al declino, soprattutto a partire dal XVII secolo. Oggi solo pochi sono ancora abitati da monaci o suore e solo 6 sono aperti al pubblico. Sistemazione al Theatro Hotel Odysseon (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 8: Kalambaka - Atene (350 km circa) - Italia

Trasferimento ad Atene, presso il cui aeroporto è prevista la riconsegna del veicolo a noleggio. Il tragitto per la capitale durerà all’incirca 4 ore, pertanto sulla base dell’orario di partenza del volo, è possibile scegliere se effettuare un’altra visita in autonomia di un monastero oppure partire in direzione Atene con eventuale sosta alle Termopili, il luogo della celebre battaglia tra Greci e Persiani nel 480 a.C., quando Leonida, comandante spartano, fece allontanare il grosso dell’esercito e rimase nello stretto passo delle Termopili con soli 300 spartani e un migliaio tra Tespiesi, Tebani e altri greci per rallentare l’avanzata dell’esercito persiano, comandato da Serse. A commemorazione del grande eroe spartano e dei soldati che lo accompagnavano sorge oggi un monumento che ritrae Leonida.
Un’ulteriore alternativa è quella di prolungare il viaggio di una o più giornate.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Il programma sopra delineato consta di una serie di visite suggerite sulla base della nostra esperienza, che i viaggiatori potranno liberamente gestire. L’unico vincolo è rappresentato dalle località in cui sono prenotati i pernottamenti e dalle visite in cui è prevista la presenza delle guide locali.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI








    error: Content is protected !!