descrizione della foto

Vicini frammenti d’Oriente

A partire da: 1.780

INTRODUZIONE

Celebre ormai per il suo mare cristallino, l’Albania è un Paese che ha molte carte vincenti. Moschee e tekke dipinte, città ottomane, musei di grande pregio, chiese ortodosse affrescate e nascoste tra i monti, una natura selvaggia che in molti casi si trova al suo stato ancestrale. In più, una capitale vivace e in continua evoluzione con un’inarrestabile vita notturna e una cultura enogastronomica di grande valore. Questo farcito insieme di contrasti è raccolto in un itinerario intenso, ma che rimarrà piacevolmente impresso nella mente dei viaggiatori.

07/01/2023
8 giorni

DETTAGLI DI VIAGGIO

8 giorni

Aereo,
Auto o Minivan

da 6 a 12 persone con tour leader dall'Italia

da 2 a 5 persone con guida locale parlante italiano

Hotel Opera (4*),
Hotel Hani i Pazarit (4*),
Hotel Kalemi 2 (3*),
Hotel Saranda Palace (4*),
Hotel Mangalemi (3*)
o similari

2022
Sab 15/10 – Sab 22/10
Sab 26/11 – Sab 03/12
Gio 29/12 – Gio 05/01/23 (Capodanno)

2023
Sab 07/01 – Sab 14/01
Sab 18/03 – Sab 25/03
Sab 08/04 – Sab 15/04
Sab 27/05 – Sab 03/06
Sab 24/06 – Sab 01/07
Sab 22/07 – Sab 29/07
Sab 19/08 – Sab 26/08
Sab 23/09 – Sab 30/09
Sab 04/11 – Sab 11/11
Gio 28/12 – Gio 04/01/2024 (Capodanno)

8 giorni

Aereo,
Auto o Minivan

da 6 a 12 persone con tour leader dall'Italia

da 2 a 5 persone con guida locale parlante italiano

Hotel Opera (4*),
Hotel Hani i Pazarit (4*),
Hotel Kalemi 2 (3*),
Hotel Saranda Palace (4*),
Hotel Mangalemi (3*)
o similari

2022
Sab 15/10 – Sab 22/10
Sab 26/11 – Sab 03/12
Gio 29/12 – Gio 05/01/23 (Capodanno)

2023
Sab 07/01 – Sab 14/01
Sab 18/03 – Sab 25/03
Sab 08/04 – Sab 15/04
Sab 27/05 – Sab 03/06
Sab 24/06 – Sab 01/07
Sab 22/07 – Sab 29/07
Sab 19/08 – Sab 26/08
Sab 23/09 – Sab 30/09
Sab 04/11 – Sab 11/11
Gio 28/12 – Gio 04/01/2024 (Capodanno)

LUOGHI DA SCOPRIRE

La capitale, strategicamente ubicata nel cuore del piccolo Paese, è una città in continuo sviluppo, che cambia quasi ogni anno, ma che mantiene i suoi punti fermi: una moschea con uno degli interni affrescati più inusuali che si possano incontrare da qui al Pakistan, un museo nazionale con reperti illirici, greci e romani di grande valore, le testimonianze architettoniche dell’occupazione fascista e le installazioni museali che fanno luce sul periodo del terrore comunista. Fra i canti mattutini del muezzin e gli stereo ad altissimo volume nella notte nel quartiere Blloku, Tirana lascia soprattutto l’immagine di una città dalla vitalità inarrestabile e positiva.

Non lontano da Tirana e immersa in un ambiente selvaggio fatto di colline, campi coltivati e aspre montagne, si staglia Kruje, l’antica capitale dell’Albania e patria natale di G. Skanderbeg, patriota e simbolo della resistenza cristiana contro l’invasione ottomana. La storia di questo personaggio è profondamente legata alla città e le sue gesta sono esaltate praticamente ovunque, in particolar modo nel castello all’interno del quale si trova il museo a lui dedicato. Molto piacevole è anche la passeggiata per il bazar, lungo la via ciottolata che conduce al castello.

Perduta nell’interno del Paese, Corizza si raggiunge dopo aver lasciato alle spalle Elbasan, antica città sorta sulla Via Egnatia e poi ricostruita in età ottomana con possenti mura, e il Lago di Ocrida, il più profondo del continente, che conserva testimonianze bizantine e sul quale si affaccia la ridente località lacustre di Pogradec con una lunga spiaggia sulla quale sorgono ristoranti di pesce d’acqua dolce. Corizza è divisa fra una parte mussulmana, nella quale sorgeva il bazar, oggi restaurato e riconvertito a grazioso quartiere con caffè e locali, e la moschea e una parte cristiana ortodossa dove si trova un eccezionale museo di icone, imperdibile per gli amanti del genere e non solo.

Assieme a Berat, Argirocastro ingaggia un duello su quale sia il più bel borgo del Paese. Divisa in tre zone arroccate su altrettante rupi, questa cittadina è celebre per le case fortezza, che testimoniano il passato burrascoso e allo stesso tempo sono monumenti di grande valore. Artisticamente parlando sono degli unicum irripetibili nel contesto della architettura balcanica ottomana, con splendidi salotti (divan), carabottini e stanze affrescate; dal punto di vista ingegneristico riportano alcune soluzioni ancora perfettamente in funzione, ad esempio sul piano dell’approvvigionamento idrico. Un ponte ottomano fra i monti, un vivace bazar e alcuni piatti tipici che si trovano solo qui, completano il quadro della città, perla del sud.

Città dalle mille finestre, città delle infinite finestre, museo vivente…sono molti i modi per definire Berat. Di certo quello che afferma che questa sia una delle più belle località dell’Albania e di tutti i Balcani è un modo azzeccato. Una cascata di case bianche con tante finestre da fare sembrare il centro una coperta di merletto adagiata sulla collina; una cittadella, sulla sommità, ancora abitata da centinaia di famiglie e che conserva una chiesa con un museo di icone preziosissimo, dove approfondire il lavoro di Onufri, uno dei maggiori artisti del Medioevo ortodosso; tre moschee e una tekke (santuario) dai pregevoli soffitti intarsiati in legno; un museo etnografico di grande interesse ubicato all’interno di una residenza ottomana perfettamente conservata. Berat è davvero imperdibile, con una vita cittadina ancora autentica e una popolazione davvero ospitale.

Saranda, Himare, Dhermi, Kasamil sono tutte località che, per ragioni diverse, attraggono i visitatori, invogliati da un mare cristallino, spiagge attrezzate o calette nascoste, un piatto di pesce o, perché no, anche una spaghettata coi molluschi. Relax e divertimento sono assicurati, ma anche sulla costa meridionale del Paese non mancano spunti e luoghi d’interesse culturale come Butrinto, un sito archeologico e storico di grande valore, con testimonianze che vanno dall’età romana a quella veneziana.

ITINERARIO

Giorno 1: Italia - Tirana

Partenza da Milano (altre città su richiesta) per Tirana con volo diretto o con scalo. All’arrivo, trasferimento privato in centro città, dove passeggeremo per l’immensa Piazza Skenderbeg, dedicata all’omonimo eroe nazionale raffigurato con una statua equestre, fino al vicino ponte ottomano, vestigia di un passato in cui il traffico cittadino prendeva altre direttrici, passando per il Castello di Tirana, oggi un rinnovato quartiere commerciale che mantiene però un interesse storico. Sarà un approccio rilassante alla città, prima della sistemazione presso l’Hotel Opera (4*) o similare.
Pranzo e cena liberi.

Giorno 2: Tirana - Kruje - Tirana

La giornata si aprirà con una visita al Museo Nazionale, che conserva importanti testimonianze della storia albanese dal periodo illirico a quello comunista. L’edificio in cui è ospitato è, inoltre, un esempio particolare di architettura celebrativa di carattere socialista. Dopo il museo faremo una passeggiata nel Bazar, un vivace quartiere moderno dove acquistare il meglio della produzione alimentare albanese e anche qualche oggetto di artigianato. Nel pomeriggio visita all’antica capitale Kruje, nel cui centro sopravvive un antico bazar, riconvertito a distretto commerciale dove cercare, fra souvenir prodotti per turisti, anche qualche oggettino di antiquariato o ricordo più autentico. La sera rientro a Tirana.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 3: Tirana - Elbasan - Lin - Pogradec - Corizza

Il giorno di viaggio verso Corizza prevede l’attraversamento di tutta l’Albania centrale. Sosteremo dapprima a Elbasan, città sorta sulla Via Egnatia, ovvero la continuazione in terra balcanica della Via Appia. La Via Egnatia, assieme alla Appia, costituiva il tracciato di collegamento fra Roma e Costantinopoli ai tempi dell’antica Roma. La città venne successivamente rinnovata in periodo ottomano (eli basan, significa “vi ho messo mano, ho restaurato”) e fu dotata di moschee, bagni turchi e di un’imponente cinta muraria, un lato della quale è ancora ben visibile. Proseguendo verso sud est incontreremo il Lago di Ocrida, il più profondo e ancestrale dei Balcani, habitat del Koran, una trota endemica che vive solo qui. Sul tratto albanese del lago (buona parte è in Macedonia), si affacciano Lin, dove si trova un antico mosaico bizantino, e Pogradec, località balneare. Arriveremo a Corizza che lasceremo temporaneamente per dirigerci a Moscopoli, un piccolo villaggio un tempo tappa di pellegrinaggi fra Costantinopoli, Ocrida e Roma che conserva incredibili chiese ortodosse bizantine dagli interni riccamente affrescati.
Di ritorno a Corizza, visita del bazar e, se il tempo a disposizione lo permetterà, tappa al Museo di Arte Medievale, una sorta di Uffizi delle icone medievali. Sistemazione presso l’hotel Hani i Pazarit (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 4: Corizza - Permet - Argirocastro

Oggi ci dirigeremo verso Argirocastro attraversando l’Albania del sud. Paesaggi favolosi e fiumi selvaggi, saranno l’antipasto del pranzo a Permet, città recentemente oggetto di un lodevole recupero che ne ha rivalutato l’edilizia tradizionale, ed anche centro gastronomico, con una certa concentrazione di specialità locali. Nel pomeriggio arrivo ad Argirocastro e visita di questa splendida città, una delle più particolari del viaggio. Ammireremo una delle case torre tipiche della città e gireremo a piedi per il centro storico. Se possibile, faremo anche una sosta al castello, noto per le sue terribili prigioni. Sistemazione presso l’Hotel Kalemi 2 (3*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale. Cena libera.

Giorno 5: Argirocastro - Butrinto - Saranda

Al risveglio ci trasferiremo verso la costa, rapidamente raggiungibile da Argirocastro. In mattinata visita al sito archeologico di Butrinto e, se i tempi lo consentono, al Blue Eye, una sorgente di acqua dolce che sgorga dal terreno. Raggiunta la costa, puntellata da località rinomate specialmente nel periodo estivo, pranzeremo sul mare e ci dedicheremo al relax balneare oppure ad una passeggiata rilassante. Sistemazione presso l’Hotel Saranda Palace (4*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 6: Saranda - Valona - Apollonia - Berat

In mattinata ci muoveremo per raggiungere Berat, facendo sosta a Valona. La città non ha grandi attrattive, ma è il luogo topico dal quale è partito il grande esodo degli albanesi verso l’Italia negli anni Novanta. Avremo perciò modo di parlare di quel frangente e di approfondire la (lunga) storia dei rapporti fra i due popoli. Visiteremo nei pressi il sito archeologico greco di Apollonia, antica città che nel culmine della sua storia è arrivata ad ospitare circa 70000 abitanti. L’Acropoli rappresenta il fulcro della visita, ma la parte meglio conservata è il Tempio degli Agoneti. Arrivati a Berat ci dedicheremo a un’esplorazione introduttiva della città: Museo Etnografico, Moschea del Re e Tekke degli Helveti. Sistemazione presso l’Hotel Mangalemi (3*) o similare.
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Giorno 7: Berat - Tirana

Prima attività della giornata, sarà la salita alla cittadella, per visitare il nucleo superiore di Berat e la Chiesa della Dormizione, i cui interni sono a dir poco splendidi, ricchi di iconostasi. È proprio la cittadella che conferisce a Berat il suo grande fascino e che renderà indelebile il suo ricordo. Nel primo pomeriggio ci metteremo in viaggio per Tirana, con sistemazione all’Hotel Opera (4*) o similare e, nel tardo pomeriggio, ci dedicheremo alla scoperta del distretto di Blloku, il vecchio quartiere della nomenclatura del regime socialista, oggi vivace centro in cui si esprime la libertà culturale degli albanesi, anche attraverso il buon cibo.
Colazione in hotel. Pranzo e cena in ristorante locale.

Giorno 8: Tirana - Durazzo - Tirana - Italia

In poco tempo, da Tirana, raggiungeremo l’antica città di Durazzo, con le sue vestigia romane, l’anfiteatro, il ricco museo e la piacevole corniche sul mare. Nel pomeriggio rientreremo nella capitale per l’imbarco sul volo diretto o con scalo per Milano (altre città su richiesta).
Colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.

Le visite potrebbero svolgersi in un altro giorno rispetto a quanto pianificato da programma in base ad eventuali variazione agli orari di apertura dei luoghi d’interesse.

MAPPA

RICHIEDI INFORMAZIONI








    error: Content is protected !!